Old but gold

Un omaggio, un tributo, un riconoscimento.

Domani è un giorno come tanti, ma non per tutti. Colgo l’occasione, scrivendo questo post, per salutare Sara aka Sarutule aka Gerionara che domani se ne va per un anno in stage in Olanda. Ma la speranza che abbiamo un poco tutti noi è che non sia solo per un anno, e non perchè la odiamo, ma proprio per l’opposto.
Sara è il classico esempio dello studente universitario che in Italia deve fare uno stage all’interno del corso di studi, ma che si trova davanti ad un’infinità di problemi per farlo a causa di burocrazia e disastri vari per i quali già si sono spese, e si spenderanno ancora, bestemmie a non finire. Ad ogni modo, davanti a una problematica media, ha trovato una soluzione che non è da tutti: se ne va a fare un anno di tirocinio in Olanda, e per di più pagata (le cifre sono secretate dal pentagono, o meglio non sono affari vostri, anche perchè probabilmente vi incazzereste vista la vostra italica paga media). E uso la parola tirocinio perchè siamo in Italia e “stage” mi sta in culo.
In tanto siamo a dirle “fai bene“, “farei anche io“, “ah, che bello“, però noi siamo qui e lei se ne va via realmente. Tra il dire e il fare dicono ci sia di mezzo il mare, e lei questo mare lo ha navigato, o meglio lo sta per navigare, noi invece siamo quelli che al porto sventolano i fazzoletti bianchi urlando “torna presto“. Io sinceramente, per il suo bene, spero che non torni, o che torni di rado, ma che trovi la sua strada in un posto migliore. Se poi il posto migliore sarà l’Italia, tanto meglio, ci vedremo più spesso.
Non le dirò “ti verremo a trovare” perchè non è vero: siamo realisti, il mio amico Stefano ha da poco festeggiato i due anni nei Paesi Bassi ed io, vergognosamente, non sono ancora andato a fare una passeggiata indossando zoccoli di legno assieme a lui. Forse “verrò a trovarti” ma io non ci conterei troppo, perchè il tempo passa in fretta e alla fin fine tutti abbiamo i nostri casini.
Si potrebbero aprire mille parentesi parlando dei giovani che devono andare all’estero, sull’importanza dell’esperienza di andare all’estero e bla bla bla, ma alla fin fine è aria fritta… quel che resta è che domani diremo ciao a un’amica, prossima a un passo fondamentale della sua vita.
Yo Sarutule.
See yaa soon.
Andrea
In foto: Sara & Me al “Femo” famosa festa anni ’70 🙂

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    VaLe
    5 Aprile 2011 at 12:09
  • Reply
    italiaolanda
    7 Aprile 2011 at 22:05
  • Reply
    Morrison
    9 Aprile 2011 at 11:30

Rispondi a italiaolanda Cancel Reply